per la tua casa al mare scegli… Immobiliare 5 Terre!

Telefono: 0187/92.03.31

Architettura ligure: Case e Casali alle Cinque Terre

Facciate delle case a Portovenere

Architettura ligure: Case e Casali alle Cinque Terre

La Liguria è una terra di mare incastonata fra colline e monti, solo alcuni pezzi di costa si trovano in pianura. L’architettura delle case e non si è così adeguata a questa conformazione del territorio e presenta due tipi di strutture differenti, una più presente in riva al mare ed un’altra più ricorrente nell’entroterra. Le Cinque Terre con il loro paesaggio fatto di alture che colano a picco sul mare è un luogo dove questi due tipi di costruzioni convivono in un’armoniosa atmosfera.

Entrambe presentano una struttura fatta principalmente da tre materiali: pietra, legno e ardesia; tutti materiali poveri come la cultura ligure stessa. Un esempio palese dell’impiego della pietra sono i terrazzamenti che ricoprono le colline e ospitano coltivazioni, ulivi ed anche case. La loro realizzazione a secco offre stabilità alla struttura ma ha anche bisogno di continue manutenzioni.

Rustico delle cinque terre

Anche nelle abitazioni rurali dell’entroterra la pietra è padrona: le facciate esterne venivano lasciate con le pietre a vista, più rifinite e ben tagliate nella facciata principale dove vi era l’ingresso, e più grossolane sugli altri tre versanti. I tetti solitamente sono ad un solo spiovente e ricoperti da tegole di ardesia sulle quali spesso vengono appoggiati dei sassi per evitare che scivolino o siano portate via dal vento.

Questi casali, numerosi nelle colline e nelle zone agricole sono dei veri e propri gioielli: solitamente venivano posti al centro dei terreni e dovevano togliere meno spazio possibile alle coltivazioni e quindi si sviluppano in più piani. Al piano terra era posta la cantina con il torchio per il vino e l’uva, mentre al secondo piano vi erano zona giorno e zona notte.

Lo sviluppo verso l’alto si trova anche nelle case in riva al mare che però presentano caratteristiche, soprattutto esterne, molto differenti. Le facciate sono infatti colorate e rifinite con lo stucco e dipinte. Questa scelta è dovuta soprattutto all’azione del salino che riesce purtroppo a deteriorare perfino la pietra. L’utilizzo di un materiale versatile e semplice come lo stucco era essenziale per i lavori di mantenimento delle facciate. Un altro particolare di queste case colorate è l’usanza di dipingere particolari finti come finestre, terrazzi, gatti e interi balconi; la tecnica può essere assimilata a quella del trompe l’oeil. Si dice che un tempo in Liguria si era costretti a pagare delle tasse per ogni finestra che dava sulla strada e così gli abitanti tendevano a fare le finestre verso i cortili e a dipingere invece sulle facciate che rimanevano sulla strada.

Addossate le une alle altre, queste case sono pezzi preziosi di un puzzle dai mille colori: sembra quasi che abbattendo un muro si rischi di buttare giù tutto. Proprio questa forza lega ogni abitazione e la rende stabile.

Che preferiate un casale solitario in campagna o una casa colorata in riva al mare, le Cinque Terre offrono un esempio perfetto di quest’armonia ligure che spazia dal mare ai monti, dai colori al nero dell’ardesia, dalla tradizione della pesca a quella dell’agricoltura.