per la tua casa al mare scegli… Immobiliare 5 Terre!

Telefono: 0187/92.03.31
Presepe_di_Manarola

Manarola e il suo passato

Manarola, in armonia con tutte gli altri borghi delle Cinque Terre, prende forma e vita dalla migrazione degli abitanti della Val di Vara e di Volastra (antico insediamento Romano), che scesero verso il mare non appena furono sventate le minacce saracene.

Il nome significa Manium Arula ovvero piccolo tempio dei Mani: i Mani erano le anime dei defunti parenti, che, con il passare delle epoche, vennero poi sempre più idealizzate in eroi. Anche se le origini del nome non sono del tutto comprovate, ancora oggi Manarola è sede meravigliosa di costruzioni religiose come l’antico campanile (che in origine aveva funzioni militari e proprio per questo è staccato dal corpo della chiesa), l’oratorio dei Disciplinati e la Chiesa di San Lorenzo (costruzione gotica del 1338). Un’altra opzione considerata per l’origine del nome è la dicitura “Magna Roea” che dovrebbe indicare una grande ed antica ruota di mulino che era in funzione nel paese.

La storia, a partire dal medioevo, segue ovviamente la linea delle altre Cinque Terre alternando i domini genovesi, a quelli napoleonici e a quelli sardi per poi annettersi finalmente al Regno d’Italia. Nei primi anni del 1900, grazie alla costruzione della linea ferroviaria, si avvierà la costruzione della Via dell’Amore, famosissima grazie ai sui scorci e panorami mozzafiato. Prima di diventare il sentiero che oggi conosciamo, si trattava infatti di due piccoli passaggi che portavano ad un deposito di esplosivo usato per la costruzione della ferrovia. Finiti i lavori e smantellato il deposito, gli abitanti di Manarola si misero d’accordo con quelli di Riomaggiore per trasformare i due accessi in un unico sentiero agevole per congiungere i due borghi. Prima le comunicazioni erano talmente complesse ( bisognava risalire il torrente e svalicare la costa) che i contatti rimasero per secoli così ridotti da far parlare alle due popolazioni confinanti due dialetti diversi.

Curiosità nata in epoca più moderna, ma sicuramente degna di nota, è inoltre il Presepe luminoso di Manarola che ogni anno a partire dalla festa dell’Immacolata l’8 Dicembre, impreziosisce la collina appena sopra il borgo. Il presepe è stato ultimato nel 2007 (entrando anche a far parte del guinness dei primati) ma la sua costruzione e’ iniziata nel lontano 1976, ed ogni anno vengono aggiunti nuovi elementi; uno spettacolo davvero unico e una passione  opera di un ex ferroviere in pensione , abitante di Manarola, che utilizzando materiali riciclati ha dato vita a questo splendido progetto formato da ben 300 figure e oltre .